Paesaggi di mare dipinti

Il mare di Otranto

Passeggiando tra le vie di Otranto, avvolti da profumi, rapiti dai colori, ci si imbatte in questo angolo che tra il bianco della calce e il fucsia acceso del bouganville, apre la strada al blu intenso del mare…

Paesaggi di mare dipinti

Dipinto a mano

olio su tela

20 x 30

Sono approdato da te una mattina, alle prime luci dell’alba, dopo una bella nottata in autostrada. Ogni tanto un caffè caldo e poi tanta voglia di stendermi al sole delle tue dorate spiagge. Ti ho scoperto dopo anni di soste presso rinomate riviere, dopo scambi di esperienza con amici durante le ore di lavoro o il tempo libero.
Ho cliccato per conoscerti meglio, ho letto, cercato notizie sulla tua arte e la tua storia. Insomma ho tanto sentito parlare di te che quest’anno ho pensato bene di cambiare rotta.

Mi sono spostato con la mia famiglia nell’unico intervallo di vacanza che il lavoro mi ha consentito, calcolando spese equilibrate e scegliendo le tue località per il mare limpido e quegli scorci bianchi dalla bellezza mediterranea ammirati in cartolina, per le pietre e i muretti a secco merlettati di fichidindia, per quelle ciotole di pane cotto che voi chiamate “friseddhe”, da gustare con una generosa manciata di pomodori e capperi, su un tavolino sotto a un ulivo. Ti ho scelto, dalla Liguria in giù, per un bicchiere di negroamaro da sorseggiare in una serata sotto le stelle con pochi intimi, inebriato solo da quelle note indimenticabili della tua pizzica. Ho girato le tue piazze, tra lo spettacolo del barocco e i profumi delle tradizioni. Ho percorso le tue vie, ammirato le logge, fotografato i portali, i palazzi, le ville, le insenature, le torri, le masserie. Ho calpestato la tua sabbia al suono delle onde e respirato la brezza profumata di tramontana fino a tarda sera, dopo il tramonto e oltre. E che dire de tuoi sapori? Sei davvero una Terra unica!
Mi porto tutta la ricchezza che questi giorni di vacanza mi hanno regalato, la gioia di vivere e la serenità che ho provato facendo i percorsi in barca, tra gli specchi di grotte incastrate nel cuore azzurro del mare. Devo dirti grazie Salento per questo oceano di bellezza che sei…

Da:

Lettera di un turista al Salento

Richiedi informazioni per: